Calcio: Perugia-Modena 2-0

Mentre il Perugia vittorioso preferisce rimanere in silenzio stampa, il Modena contesta il rigore concesso dall’arbitro Gabriele e che ha sbloccato il
risultato al Curi. ”Era inesistente”, secondo il tecnico degli emiliani, Gianni De Biasi. ”Era la bestia nera del Perugia, ora sara’ diventato la bestia rosa”, ha proseguito l’ allenatore
del Modena riferendosi all’arbitro.


De Biasi ritiene che il vantaggio iniziale dei Grifoni abbia condizionato l’ andamento della gara. ”Date a noi il vantaggio dopo pochi minuti con un rigore che non c’ e’ – ha detto – e poi vediamo come va a finire. Comunque e’ vero che anche noi abbiamo
sbagliato partita, eravamo sottotono e non siamo stati in grado di ribaltare la partita, come era avvenuto con il Parma la settimana scorsa. Il Perugia ci ha aspettato per poi ripartire
in contropiede”. De Biasi ha poi parlato delle sostituzioni avvenute nella ripresa quando – ha detto – ”ho cercato di
cambiare gioco inserendo altri attaccanti, ma non c’ e’ stato nulla da fare. Il tecnico se l’ e’ presa con Miccoli perche’ avrebbe ”accentuato un po’ troppo i falli ricevuti”.
”Il Perugia e’ comunque un’ ottima squadra – ha osservato il tecnico del Modena – che ha giocato con grande determinazione.
Avevo timore di questa partita e fino alla vigilia ero molto dubbioso sulle scelte”. Anche i giocatori si sono associati alle proteste del tecnico contro il rigore. ”L’ impressione – dice Pavan – e’ che non ci fosse. Dopo la rete il Perugia si e’ chiuso ed e’ stato difficile giocare”. Pasino parla di un
”rigore dubbio, che ci ha innervositi e non siamo stati capaci di reagire”.