Fattorie didattiche biologiche: molte in regione

Sono 135 le fattorie didattiche biologiche in Italia, esempio concreto di alleanza tra scuola e mondo rurale.

Il 70% e’ localizzato al Nord, il 24% tra Centro e Sud, il resto nelle isole. La regione piu’ ricca e’ l’Emilia Romagna, con 71 fattorie bio (oltre il 50% del totale), seguono Lombardia (10) e marche (7). La mappa l’ha realizzata ‘Distilleria Ecoeditoria’, e comprende, oltre alle 135 fattorie didattiche biologiche certificate, le 225 Oasi di Wwf, Lipu e Legambiente.
Il lavoro e’ frutto del censimento di Bio bank e della collaborazione delle associazioni e si rivolge soprattutto agli insegnanti che scelgono di accompagnare i loro allievi a ”lezione dai nuovi maestri, i contadini”, ma e’ anche uno strumento per organizzare escursioni e brevi vacanze. ”Grazie alle opportunita’ offerte dalle fattorie didattiche biologiche – dicono gli editori – si e’ finalmente realizzato il sogno di tanti ragazzi ed insegnanti: uscire dall’aula e fare scuola all’aperto, a contatto con gli ambienti naturali per scoprire gli straordinari segreti della natura. Per ritrovare il collegamento perduto tra citta’ e campagna”.
Le aziende didattiche biologiche sono impegnate nella coltivazione della terra, della cura degli animali, della tutela delle tradizioni, e spesso offrono anche servizi di pernottamento e ristorazione. La mappa si trova nei negozi di alimenti biologici e dei prodotti ecologici e del commercio equo-solidale.