Targhe alterne: a Modena il comune potrebbe dimezzare i divieti

Il Comune di Modena potrebbe proporre alla Regione -nella verifica sulla manovra antismog che inizia a metà novembre- di eliminare le targhe alterne della domenica.

“Non servono” ammette l’assessore al Traffico Gallerani in una dichiarazione ad un quotidiano locale. La proposta, che deve ancora essere perfezionata, prevede invece il mantenimento delle limitazioni al traffico il giovedì, quando i risultati sul calo delle sostanze inquinanti sarebbero invece visibili. Per frenare gli entusiasmi Gallerani aggiunge subito che “non saremo noi a tirarci indietro, visto che abbiamo sottoscritto un accordo regionale che prevede i provvedimenti attualmente in vigore. Ma quando, alle consultazioni, sarà chiesto il nostro parere, la nostra proposta sarà quella di puntare sui divieti al giovedì, lasciando libera alla domenica”. E se ci saranno orecchie attente a questa proposta “noi certamente andremo avanti. Purchè non siamo solo noi”. L’assessore anticipa alcuni temi di quella che potrebbe essere la proposta modenese in Regione. Targhe alterne il giovedì tutto il giorno, cioè senza fasce orarie. E non solo a Modena, ma nei centri urbani dei Comuni maggiori, come Carpi e Sassuolo. E poi, la domenica, divieti “simbolici” nei Comuni minori. Simbolici nel senso che dovrebbero avere un valore più educativo che sanzionatorio.