Modena: 7 giorni di lotta al tabagismo

“Gioca con noi, non con il fumo”, 7 giorni di lotta al tabagismo per conoscere i danni che comporta, scoprire perché fumi e dire a chi fuma di smettere. La settimana, organizzata dall’Ausl e da Grandemilia nell’ambito del “Benessere è vita”, rientra tra le proposte ideate dal Piano per la salute della Provincia.


Anche se il numero dei fumatori in Italia è in lieve diminuzione (dal 25,4% del’93 al 24,1% del 2000), si stima che una persona ogni 7 minuti muoia per patologie correlate al fumo. Nella nostra provincia la percentuale sulla popolazione complessiva dei fumatori con più di 14 anni è del 29,3%, superiore alla media nazionale e regionale; superiore alla media regionale e nazionale è anche la percentuale dei grandi fumatori e cioè di coloro che fumano più di 10 sigarette al giorno (sono il 20,4%, di cui l’8,7% fuma oltre 20 sigarette al giorno).
Ogni anno in provincia di Modena muoiano circa 1.200 persone per cause attribuibili al fumo (dati Profilo di Salute della Provincia di Modena).
Il rischio di morte per tumore polmonare è di 380 morti ogni 1.000 fumatori e di un decesso ogni 1.000 persone esposte al fumo passivo. Ciononostante il problema è ancora sottostimato: da un sondaggio condotto dall’Ausl su oltre 300 modenesi, è risultato che solo il 35% degli intervistati considera “non fumare” una condizione che promuove il benessere della persona, relegandola al 18º posto su 23 scelte possibili (dopo un’alimentazione corretta che è all’11º posto). Al Grandemilia, da domani, i professionisti dei Centri antifumo dell’Azienda Usl, della Lega italiana lotta ai tumori e della casa di cura Villa Pineta di Gaiato, gli esperti dei centri pneumologici delle Ausl e Policlinico e i medici di medicina generale saranno a disposizione per fornire informazioni sui danni arrecati alla salute dal fumo, offrire suggerimenti a chi vorrebbe smettere e a chi, suo malgrado, è esposto al fumo degli altri.