Modena: 200 anni per il Consiglio comunale

Duecento anni con tanto di seduta solenne per il Consiglio comunale di Modena. Il 25 novembre 1802, si insediava il primo Civico consesso. Ieri, esattamente due secoli dopo, la data è stata ricordata dal Presidente del Consiglio comunale, Stefano Bellentani, e dal Sindaco, Giuliano Barbolini.

In un’aula gremitissima – erano presenti, tra gli altri, il ministro Carlo Giovanardi, il Prefetto, Italia Fortunati, parlamentari, consiglieri regionali, assessori e consiglieri comunali e provinciali – è stata storia vera, quella di ieri e quella di oggi, per ripercorrere la vita di una Istituzione ormai da tempo tra le più sentite e più ai Cittadini. “Attraverso le testimonianze e la memoria – come ha sottolineato il presidente Stefano Bellentani – vogliamo stimolare una profonda e importante riflessione con tutta la città sul ruolo e la funzione degli organi di governo del Comune oggi e sulle prospettive future”. E proprio alle riforme del sistema delle autonomie ha voluto fare riferimento anche il sindaco, Giuliano Barbolini. La recente riforma costituzionale del Titolo V, ha detto Barboloni, contiene un forte potenziale federalista, che può dare nuove gambe per camminare ad un processo di federalismo democratico e solidale, basato su nuove e più estese assunzioni di responsabilità e competenze da parte degli Enti locali e dei Comuni in particolare”. Quello di oggi – aperto in aula dalle note dell’inno nazionale proposto per l’occasione a Corale Rossini – è stato il primo appuntamento di un ricco programma di iniziative, tutte dedicate alla celebrazioni del bicentenario del Consiglio. Dopo la seduta solenne, Amministratori, Autorità e Cittadini hanno, insieme, inaugurato, presso la Sala del Fuoco della Residenza municipale, la mostra “25 luglio 1802. Il Consiglio comunale al governo della città”, selezione documentaria a cura dell’archivio storico del Comune di Modena. Infine, presso la Sala del Teatro del Collegio San Carlo, tavola rotonda sul tema ” Il Consiglio comunale tra ieri e oggi. Rappresentanze e poteri negli Enti locali: evoluzione storica e prospettive future” con la partecipazione del direttore dell’Archivio storico, Aldo Borsari, e dei professori Marco Cattini, Gianfranco Pasquino e Carmelo Elio Tavilla delle Università “Bocconi” di Milano, Bologane Modena-Reggio. Nell’ambito della Tavola rotonda è stato poi presentato il volume, edito dall’Archivio storico, “Il Consiglio comunale di Modena -Duecento anni di Storia” curato dal professor Cesare Malagoli. Stamane, alle ore 10,30 presso la stessa Sala Teatro del Collegio San Carlo, si parlerà, invece, del “Consiglio comunale tra oggi e domani”. Saranno presenti, tra gli altri, il ministro Carlo Giovanardi, l’Onorevole Domenico Fisichella e l’assessore regionale dell’Emilia Romagna e docente universitario, Luciano Vandelli. Diversamente dal programma, non sarà invece presente l’Onorevole Franco Bassanini, trattenuto a Roma da impegni istituzionali.