Golf: anno boom per la regione

Per i 19 circoli del circuito ‘Emilia Romagna golf’ il 2002 è un anno boom: nei primi nove mesi sono state superate del 30% le presenze dell’intero 2001.
Da gennaio a fine settembre sui 12 campi a 18 buche e sui 7 a 9 buche della regione (che conta complessivamente 27 strutture) ci sono state 29.615 presenze di giocatori italiani e 26.740 di stranieri per un totale di 56.355.

A completare il trend, spiega l’Apt regionale, va aggiunto anche il riscontro sul versante ricettivo, con circa 50 mila presenze alberghiere.
Il continuo incremento di giocatori, soprattutto stranieri, fotografa al meglio la valenza turistica del golf, disciplina in continua espansione in tutto il mondo con crescite esponenziali.
In Europa giocano a golf 6,5 milioni di persone. Il numero dei turisti golfisti e’ passato invece dai 7,9 milioni del 1989 ai 15 del 1998, per raggiungere quota 19 milioni nel 2001.
Confermata anche la statistica secondo la quale il numero di turisti che scelgono la vacanza in base all’ offerta golfistica continuera’ a crescere in maniera esponenziale fino a raggiungere la cifra di 25 milioni prevista per il 2006. Nel 2008 in Europa si conteranno 2 milioni di turisti golfisti con 15 milioni di giornate di vacanza legate a questo sport da ripartire tra le varie destinazioni. Non e’ un caso che in tutto il mondo nell’ ultimo anno il numero dei percorsi sia cresciuto del 10%.

Al progetto 2002 di ‘Emilia Romagna Golf’ hanno aderito anche 18 alberghi ubicati nelle vicinanze dei vari circoli. E’ stato creato anche il sito internet www.emiliaromagnagolf.com con informazioni su campi, alberghi e ‘pacchetti vacanza’ su misura.
Le presenze dei primi nove mesi di quest’ anno sui 19 campi del ‘Circuito’ hanno portato ad un incasso di oltre 2 milioni di euro, creando per l’ indotto introiti di 30 milioni di euro. Per questo l’ Emilia-Romagna viene considerata la regione italiana piu’ attrezzata e qualificata per l’ offerta turistico-golfistica da proporre sui mercati internazionali. Le nuove ‘9 buche’ del percorso di Cervia-Milano Marittima, il nuovo impianto a 18 buche di San Giovanni in Marignano (sempre in Riviera), i progetti di Sestola e San Valentino offriranno nuove potenzialita’ all’ offerta turistica in regione.