Trenta appuntamenti per non dimenticare i lager

Da domani al prossimo 15 febbraio Modena, Nonantola e Sassuolo, celebrano il ‘Giorno della memoria’, che ricorda le persecuzioni degli ebrei e dei deportati italiani nei campi nazisti.


Con oltre trenta appuntamenti, in programma dal 21 gennaio al 15 febbraio, i Comuni di Modena, Nonantola e Sassuolo, l’Università degli studi e la Provincia celebrano il Giorno della memoria, che il 27 gennaio di ogni anno, data dell’abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, ricorda in tutta Italia lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei lager nazisti

Un ricco programma di mostre, spettacoli, proiezioni di film e diapositive, letture, testimonianze e seminari accompagnerà le cerimonie previste nei prossimi giorni.

Domenica 26 gennaio alle 12, nella Sinagoga di Modena (piazza Mazzini) la Comunità ebraica proporrà una “Preghiera in memoria dello sterminio degli ebrei”.

Lunedì 27 alle 10, nell’atrio centrale dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (via Università 4), l’associazione nazionale ex internati, in collaborazione con l’Ateneo, deporrà una corona accanto alla lapide che ricorda l’internato militare Giovanni Russo.

Sabato 1° febbraio alle 9.30 saranno inoltre deposte corone d’alloro al monumento ai caduti e al sacrario della Ghirlandina e in tutti i Comuni della provincia, a cura della Confederazione delle associazioni combattentistiche di Modena, saranno collocate locandine con messaggi di pace su cippi e lapidi che ricordano i caduti.

Alcune delle iniziative in programma coinvolgeranno le scuole.

Informazioni ai numeri 059 206805-206807 e nel sito internet http://www.comune.modena.it.