Appartamenti turistici nell’Appennino modenese, enorme risorsa

Sono oltre ventimila le seconde case e gli appartamenti turistici nell’Appennino modenese. La stima è dell’ufficio turistico della Provincia e si basa sui dati del censimento 1991.

Al mercato immobiliare per i turisti e al fenomeno delle seconde case, la Provincia, in collaborazione con le Comunità montane e il Consorzio Valli del Cimone, dedica due incontri pubblici che si svolgono a Pavullo, presso la sala consiliare della Comunità montana, via Giardini 9.
Il primo appuntamento è per questo pomeriggio, dalle 14 alle 18, e il secondo il 27 marzo, nella stessa sede.

Nel corso degli incontri, amministratori ed esperti si confronteranno su quali strumenti adottare per valorizzare maggiormente questa ricettività alternativa, sempre più diffusa in montagna.

“L’obiettivo degli incontri – afferma Mario Lugli, assessore provinciale al Turismo – è verificare se esistono le condizioni nell’Appennino modenese per costruire un circuito qualificato di offerta gli appartamenti ad utilizzo turistico”.