Bandiere della pace: Modena si ribella al Governo

Dichiarazione di un gruppo di sindaci e del presidente della Provincia di Modena.

Come sindaci di Comuni che hanno deciso di esporre la bandiera della Pace dai rispettivi Municipi (o che lo faranno nei prossimi giorni), non possiamo che esprimere il nostro forte dissenso per l’interpretazione negativa e discutibile del DPR 121/2000, al punto da arrivare a prospettare violazioni penali, che la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato rispetto all’esposizione di quello che non consideriamo una bandiera di parte, né tanto meno un simbolo privato, ma l’emblema di un valore condiviso e sancito in maniera inequivocabile dalla Costituzione italiana e a livello internazionale.

Ci pare per tanto doveroso sottolineare che questa scelta di esporre le bandiere della Pace, fatta propria da tante città, Provincie e Regioni in tutto il Paese, scelta che confermiamo con convinzione, mira semplicemente ad affermare in positivo un valore fondamentale che deve sempre essere alla base dei comportamenti e dell’agire delle pubbliche istituzioni e dei loro rappresentanti.

Il sindaco di Modena Il Presidente della Provincia Giuliano Barbolini Graziano Pattuzzi Il sindaco di Carpi Il sindaco di Nonantola Demos Malavasi Stefano Vaccari Il sindaco di Bastiglia Il sindaco di Bomporto William Zaccarelli Giuseppe Rovatti Il sindaco di Formigine Il sindaco di Spilamberto Fabrizio Righi Luca Gozzoli Il sindaco di Savignano Il sindaco di Marano Katia Fornari Marco Poggi Il sindaco di Soliera Il sindaco di S.Cesario Davide Baruffi Lorella Vignali Il sindaco di Castelfranco Fausto Galetti.