Medolla: incendio alla Gambro, è dolo

E’ doloso l’incendio che l’altra notte ha distrutto un capannone della Gambro, multinazionale del biomedicale.

Distrutti macchinari per la produzione di apparecchiature per dialisi. I danni ammontano a milioni di euro.

Il pubblico ministero della Procura di Modena Carlo Marzella ha aperto un fascicolo contro ignoti per incendio doloso. Ora occorrerà capire chi può avere avuto interesse a scagliarsi contro gli stabilimenti medollesi della Gambro, multinazionale svedese.

Poco prima che un operaio si accorgesse di una colonna di fumo innalzarsi dal reparto meccanico dell’azienda, era scattato il sofisticato sistema d’allarme anti-intrusione di cui è dotato lo stabilimento.

Il magistrato, dopo avere ricostruito quanto accaduto, ha quindi dedotto che qualcuno abbia appiccato volontariamente il fuoco alla struttura.