Reggio E.: corse illecite in moto, due arresti

Tre giovani ‘centauri’ – un diciannovenne di Reggio Emilia e due minorenni – sono stati denunciati dopo essere stati sorpresi a sfidarsi in una gara, davanti a un folto pubblico, a bordo di due ciclomotori e una moto 125 cc truccate, sul rettilineo dello scalo merci a Dinazzano di Casalgrande.


Sfide ad alta velocità su ciclomotori e motociclette truccate. Questo il pericoloso divertimento scelto da decine di ragazzi reggiani e modenesi che da qualche sabato si trovavano sul rettilineo dello scalo merci di Dinazzano per gareggiare e scommettere sulle loro imprese. L’intervento di carabinieri e polizia municipale ha posto fine al pericoloso divertimento.

La polizia municipale e i carabinieri – che prima di intervenire hanno ‘cinturato’ la zona per evitare fughe – hanno sequestrato anche altri sette ciclomotori che superavano abbondantemente i 50km all’ora.

Le corse clandestine, sulle quali secondo i primi accertamenti c’era appunto chi scommetteva somme di denaro, richiamavano un folto pubblico dalle province di Reggio e Modena. I vigili di Casalgrande hanno realizzato anche filmati in cui si vedono giovani gareggiare senza casco e impennare le moto a forte velocità.