Rc auto: rischio-rimborsi e 3 mesi per riparazioni

Più concorrenza e lotta ai furbi: arriva la riforma della Rc Auto. Da maggio le compagnie assicurative avranno l’obbligo di stilare preventivi gratuiti, evidenziando eventuali clausole di rivalsa ed eventuali sconti.

Riparazioni entro 3 mesi
Ma scatterà anche la norma evita raggiri: la riparazione dell’auto dovrà avvenire entro tre mesi. E’ questo infatti il termine entro il quale l’assicurato dovrà presentare alla propria compagnia la ricevuta fiscale dell’avvenuta riparazione per evitare che la compagnia richieda indietro il risarcimento del danno.

A fornire i primi chiarimenti sulla riforma è l’Isvap, l’istituto di vigilanza sulle assicurazioni, che ha oggi dettato le norme attuative alle quali le compagnie dovranno adeguarsi.

Classe di merito
Il vademecum contiene molte indicazioni: dalla precisazione che la “flessibilità” tariffaria è prevista solo per ridurre il premio standard al fatto che la classe di merito dovrà essere mantenuta in caso di furto di un’auto e potrà essere passata da marito a moglie se la vettura è in comunione dei beni.

L’Isvap ha inoltre richiesto alle compagnie di adeguare i premi, riducendoli dello 0,50 per cento a partire dal gennaio 2003.