Modena: un cantiere per la cultura al S. Margherita

Il recupero del Palazzo Santa Margherita, iniziato nel 1987, si colloca nel programma del Comune di Modena per la riqualificazione di significativi complessi monumentali cittadini e la loro restituzione a funzione pubblica e culturale.
Dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena un impegno di oltre 5 milioni di euro.

A distanza di vent’anni dall’inizio dei lavori che hanno visto la realizzazione degli spazi destinati al Liceo Musicale “Orazio Vecchi”, l’apertura al pubblico della rinnovata Biblioteca Civica “A. Delfini” ed al primo piano, la collocazione della Galleria Civica d’Arte Moderna, si iniziano ora i lavori per completare il progetto che vuole restituire a questo edificio, di grande valore storico, il ruolo di polo cittadino delle arti e della cultura.

Sono infatti rimasti esclusi dai lavori precedenti alcuni ambienti al primo piano e la quasi totalità del secondo piano e del sottotetto, già interessati precedentemente dal consolidamento strutturale.

Sarà quindi realizzato, con questo ultimo stralcio dei lavori, interamente finanziato e gestito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, l’ampliamento degli spazi della Galleria Civica, l’istituzione del Museo della figurina ed una significativa trasformazione e riorganizzazione della Biblioteca Civica “Antonio Delfini”, configurando così il complesso di Santa Margherita come un Palazzo della Cultura.