Centri di educazione ambientale: nuova convenzione

Il nuovo centro di educazione ambientale del Parco del Frignano entra a far parte della rete provinciale e punta ad allargare l’utenza coinvolgendo maggiormente cittadini e turisti.

E’ questo l’obiettivo della nuova convezione, approvata dal Consiglio provinciale, che stabilisce per i prossimi tre anni gli impegni e le finalità dei 14 centri di educazione ambientale presenti nel modenese. E tra questi centri figura anche il nuovo centro dell’ente parco, aperto da alcuni mesi nei due punti visita di Cà Silvestro a Fiumalbo e Due ponti a Fanano.

Tra le attività dei centri di educazione ambientale svolte in questi anni figurano l’organizzazione di iniziative (corsi, visite guidate e incontri) e una costate attività di documentazione rivolta agli insegnanti per favorire l’introduzione dell’educazione ambientale nelle scuole.

Gli altri centri presenti in Appennino sono nel Parco dei Sassi di Roccamalatina, a Pavullo e a Sestola. In pianura a Carpi, Castelnuovo, Finale, Fiorano, Mirandola, Nonantola, Sassuolo, S.Cesario, Vignola e nel Parco delle Casse di espansione del Secchia.