San Felice: 4 vittime della curva della morte


Erano partiti insieme, per trascorrere in compagnia il pomeriggio di Pasquetta, i quattro amici di San Felice sul Panaro (Modena), Andrea Marchetti, 18
anni appena compiuti, Fabio Botti, 21 anni, e due sedicenni, F.V. e P. B., morti nello schianto accaduto verso le 14.20 a Rivara di S.Felice, lungo la Statale 468.


I quattro ragazzi erano tutti a bordo di una Lancia Y e, a quanto risulta, viaggiavano in direzione di
Finale Emilia: per cause in corso di accertamento, all’altezza di una curva, che già in passato è stata teatro di incidenti, l’utilitaria ha sbandato, e ha invaso la carreggiata opposta, finendo di traverso contro il guard rail. Proprio in quel momento, nella direzione opposta, stava arrivando un fuoristrada
Mercedes, su cui viaggiavano un 38enne di S.Felice, con le due figlie e l’attuale compagna.

La ”Y” è stata colpita sulla fiancata, con un urto violentissimo. I quattro ragazzi sono morti praticamente sul colpo.
Il conducente del fuoristrada ha riportato fratture agli arti inferiori ed è stato ricoverato all’ospedale di Mirandola: ferite lievi per la compagna e per le due ragazzine che viaggiavano sul Mercedes. Sul posto si sono recati i mezzi di Modena soccorso, i vigili del fuoco di San Felice sul Panaro, gli agenti della Polizia Stradale di Mirandola.
Con il nulla osta del magistrato di turno, il Pm Marco Nicolini, i corpi dei quattro ragazzi sono stati trasportati all’istituto di Medicina legale di Modena dove sarà presumibilmente effettuato l’esame autoptico.

La tragedia ha riacceso il tema della sicurezza di quel tratto di strada.