Reggio E.: in mostra le foto di Vernon Richards

Vernon Richards (1915-2001), protagonista di primo piano del movimento anarchico inglese, dedicò un ventennio della sua vita all’attività fotografica. La fotografia, secondo l’autore, doveva cogliere la realtà nel suo diretto manifestarsi, la doveva registrare senza mutamenti. E infatti si chiama ‘Un attimo di verità‘ la mostra che Reggio Emilia dedica a Richards, promossa dall’assessorato alla cultura del Comune, dalla Biblioteca Panizzi e dall’Archivio della Famiglia Berneri-Aurelio Chessa.


L’esposizione propone circa duecento immagini scattate dall’autore tra gli anni Trenta e Sessanta, molte delle quali inedite. Richards ha pubblicato il suo primo volume fotografico a Londra nel 1996, all’età di 81 anni. Nel giro di pochi anni ne sono usciti altri quattro: le foto tratteggiano una sorta di autobiografia per immagini, oltre a evidenziare la concezione estetica dell’autore. Una vita intrecciata con i grandi avvenimenti del Novecento, quella di Vernon Richards, nome anglicizzato di Vero Recchioni, nato a Londra e introdotto nel mondo anarchico fin da bambino dal padre Emidio, che era emigrato per motivi politici. Collaboratore di Camillo Berneri (che conobbe a Parigi nel 1931) e compagno di sua figlia Maria Luisa, Richards sia attraverso l’attività pubblicistica sia con l’azione politica svolse un’attiva propaganda prima per la Spagna repubblicana e poi contro la seconda guerra mondiale, che lo portò anche in carcere.

La mostra resterà aperta sino al 5 dicembre, presso le sale espositive dei Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia. Orari: dal martedì alla domenica 9.30-12.30, 16-19, ingresso libero.