I capolavori dell’Action painting in mostra a Modena

Jackson Pollock, Willem de Kooning, Franz Kline, Arshile Gorky: capolavori delle grandi firme della cosiddetta ‘Action painting’ (pittura d’azione), una delle principali espressioni dell’arte del Novecento, saranno riuniti al Foro Boario di Modena, dal 20 novembre 2004 al 6 marzo 2005.


La prestigiosa mostra, ‘Action painting. Dal disegno all’opera, arte americana 1940 – 1970‘, è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e realizzata in collaborazione con la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia (curatore Luca Massimo Barbero).
Saranno circa un centinaio le opere esposte e un importante nucleo arriverà proprio dai musei Guggenheim del mondo.

L’action painting è stata caratterizzata da un ‘gesto’ artistico, spesso irruente, come nelle tele di Pollock con la tecnica del dripping (ovvero il gocciolamento del colore dall’alto), o in quelle di Kline, con grandi segni neri su fondi bianchi. Per la prima volta, grazie alla mostra, sarà creato un percorso inedito in cui gli autori più noti saranno esposti accanto a compagni di percorso come Baziotes, Marca-Relli, Motherwell, Francis e Hoffman, e per la prima volta in Italia, saranno esposte alcune opere su carta e disegni, che mostrano le diverse tappe creative compiute dagli artisti prima di giungere alla versione pittorica definitiva.

La mostra sarà aperta da dodici opere di grandi maestri delle avanguardie degli inizi del XX secolo, Kandinsky, Mondrian, Klee, Matta, che influenzarono le nuove generazioni americane. Uno spazio particolare sarà dedicato ad Adolph Gottlieb, autore meno noto al pubblico italiano, del quale verranno presentate 13 opere, in particolare paesaggi sognanti e simbolici. A chiusura del percorso, due imponenti tele di Mark Rothko, capolavori drammatici giocati sulle contrapposizioni di campiture di colore.
La mostra al Foro Boario avrà ingresso gratuito (così come le visite guidate). Info: 320/0452126, 059/220022 – Fondazione Cassa Risparmio.