Modena-Novi Sad, raggiunto importante traguardo

Oggi, una delegazione guidata dal sindaco, Giorgio Pighi, partirà da Modena alla volta di Novi Sad, provincia della Vojvodina, per salutare uno dei principali risultati del progetto di cooperazione decentrata tra Modena e la città serba.

Nasce, infatti, quest’anno – in concomitanza con il trentennale della storica amicizia tra le due città, formalizzata da un patto di gemellaggio nel 1974 – il Fondo di Garanzia per le PMI (piccole e medie imprese) serbe.

Il Fondo di Garanzia, promosso dal Comune di Modena congiuntamente con l’Agenzia delle Nazioni Unite UNOPS, con il supporto della Regione Emilia-Romagna e dei principali attori economici del nostro territorio, costituisce un considerevole volano per lo sviluppo economico della Serbia. Ma riveste anche un ruolo importante e di garanzia per le aziende dell’area modenese che hanno rapporti economici e commerciali con questo Paese. I Balcani occidentali, infatti, costituiscono un’enorme fonte di opportunità per le nostre Piccole e Medie Imprese. Già oggi le relazioni tra Modena e la Serbia sono fortemente orientate all’export, tanto che nel 2001 il valore delle esportazioni della nostra regione in quell’area ha toccato quota 132mila miliardi di lire.

Mercoledì 17 novembre, a Novi Sad sarà inaugurato il Fondo di Garanzia e firmato l’accordo finanziario alla presenza di tutti partners del progetto: il sindaco di Novi Sad e il sindaco di Modena, l’assessore alle attività produttive dell’Emilia Romagna, rappresentanti di UNOPS, dei principali Istituti di Credito locali e di Fidindustria Emilia-Romagna. Parteciperanno, inoltre, l’Ambasciata d’Italia a Belgrado, i Ministeri serbi delle Relazioni Economiche Internazionali e quello del Lavoro e Politiche sociali, nonché i diversi attori istituzionali ed operatori economici serbi.