‘Giornata dell’infanzia’: i bimbi progettano la città

Sabato 20 novembre è la ‘Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza‘. Modena celebra quest’importante occasione con “Modenaingioco” un evento che intende coinvolgere bambini e adolescenti dai 6 ai 14 anni. Attraverso un grande gioco di ruolo, che si svolgerà in piazza Grande e interesserà varie realtà cittadine, i ragazzi sono invitati a ripensare e a ricostruire alcuni elementi della città che quotidianamente li coinvolgono.

“Per promuovere idee e progetti sul tema della città ideale – spiega l’assessore all’Istruzione Adriana Querzè che sarà presente all’iniziativa – saranno organizzati vari laboratori: la città accogliente, sana, sicura, gradevole che avvicina la gente e favorisce le relazioni. “Modenaingioco si propone di fare ‘urbanistica partecipata’ in modo giocoso e collettivo, con il sostegno di animatori ed esperti”, coordinati e diretti da ARCI Nuova Associazione.

Ospite dell’iniziativa sarà il sindaco di Modena Giorgio Pighi che alle 16.30 porterà i suoi saluti ai giovani cittadini. Proprio in occasione del 20 novembre il Centro Camina (Città amiche dell’infanzia e dell’adolescenza), cui il Comune di Modena è associato, ha invitato i sindaci a promuovere, tra l’altro, “la partecipazione dei bambini e degli adolescenti per contribuire alla costruzione di comunità educanti, alla difesa della sostenibilità ambientale e alla trasformazione del territorio”.

Inoltre, nella sala del Caffè Concerto di piazza Grande, dal 20 al 27 novembre sarà possibile visitare la mostra Panch’invento che esporrà i progetti originali delle panchine pensate e costruite dai bambini delle scuole modenesi. Alcuni di quei progetti sono stati realizzati in scala industriale già lo scorso anno e le panchine sistemate in diversi luoghi della città.

Nella mattinata di sabato, alle ore 12, presso il Municipio, il sindaco, l’assessore all’Istruzione, l’assessore alle Politiche giovanili Elisa Romagnoli, il presidente del Consiglio comunale Ennio Cottafavi riceveranno una delegazione di docenti e studenti provenienti da Francia, Grecia, Turchia, Polonia, Romania, Italia. I 19 insegnanti e gli 11 allievi, di 16 e 17 anni d’età, sono ospiti dell’Istituto Sacro Cuore e partecipano ad un progetto scolastico promosso e finanziato dalla Comunità Europea sul tema “La cittadinanza europea”. La delegazione è impegnata in attività e uscite per conoscere la realtà modenese e, in particolare, quella scolastica di ogni grado. Dopo aver già fatto visita al Centro Infanzia Momo, nella giornata di sabato visiterà le sale del Palazzo comunale e la mostra Panch’invento.