‘Ragazzi responsabili si diventa’: seminario a Modena

Chi aiuta i giovani a sviluppare una coscienza critica per essere poi in grado di fare delle scelte e prendersi delle responsabilità? E’ il compito di chi a vario titolo svolge la funzione di educatore: essere un responsabile che suscita responsabilità. Ed è il tema del seminario di studi dal titolo ‘Gli adolescenti tra scuola, mass media e territorio: lo sviluppo della coscienza critica fra stimoli e ostacoli‘ che si svolge alla Tenda di viale Molza domani, sabato 27 novembre.

Il seminario è organizzato dal Centro Servizi Volontariato di Modena con il patrocinio del comune di Modena. Ad aprire i lavori, alle ore 9, saranno il presidente del Centro Servizi Volontariato Giorgio Bonini, l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Modena Elisa Romagnoli e quello all’Istruzione Adriana Querzè. Nella prima sessione della mattinata, per parlare di “Essere adolescenti oggi” e della “Formazione dei cittadini consapevoli” si alterneranno gli interventi di Augusto Palmonari, docente di psicologia sociale dell’Università di Bologna, di Paolo Springhetti, direttore della Rivista del Volontariato e di Jole Garuti, referente di Libera.

Nel pomeriggio aprirà la seconda sessione del convegno Aluisi Tosolini, docente dell’Università Cattolica, che parlerà di Diritto allo studio. Toccherà poi a Paolo Manduca, giornalista di Megachip, che discuterà dei valori e dei modelli affermati dai mass media e ad Anna del Mugnano, dirigente dell’assessorato regionale all’Istruzione, che interverrà sul tema della “Promozione del benessere a scuola”.