Situazione meteo: variabilità e temperature più miti

Modena si è trovata stamane sotto una estesa nebbia, nebbia che interessava anche le cime e i pendii dell’Appennino: nebbia avvettiva, di tipo pre-frontale, che precede l’attivo fronte freddo che avanza da ovest-nordovest. Lo strato nebbioso mantiene una certa uniformità nelle temperature. Notizie non buone per gli amanti di neve e freddo anche per i giorni seguenti, in quanto si attiveranno correnti miti e umide da sud.

Oggi, dunque, coperto e nebbia in molte zone di pianura e crinale, diradamenti per föhn in collina ma con improvviso peggioramento dal pomeriggio per intensificazione delle precipitazioni attorno al crinale; verso sera le piogge si estenderanno un po’ ovunque, a tratti anche con scrosci e rovesci temporaleschi; neve oltre i 1400-1700 m circa, a tratti con bufera ma con accumuli molto irregolari e difficilmente valutabili.
Domani: nella notte ancora perturbato, con neve sul finire sui 1200 m poi in mattinata le nubi si diradano in collina e parte della pianura mentre resta un denso muro contro al crinale; nel pomeriggio spiccatamente variabile, quasi primaverile con qualche piovasco improvviso.
Mercoledì: inizialmente irregolarmente nuvoloso, in giornata rapido aumento delle nubi medio-basse provenienti da sud.