Legambiente: Ecostistema Urbano 2005, forte divario Nord-Sud

Va alla città di Lecco la palma d’oro della qualità ambientale tra i capoluoghi di provincia italiani. Il posto d’onore a Trento e il terzo gradino del podio è andato a Mantova. Fanalino di coda è Reggio Calabria, che ha perso due posizioni rispetto al 101mo posto dello scorso anno.

Il successo di Lecco non giunge inaspettato: un anno fa la città lombarda era già nele posizioni di vertice, quarta classificata, dunque tre posizioni guiadagnate. Più significativo il balzo in avanti di Trento: seconda quest’anno, quindicesima nel 2004, mentre Mantova era già quinta un anno fa e dunque si è tenuta nelle zone più alte della classifica.

Quanto ai grandi capoluoghi, Roma è al 55mo posto (un anno fa era 68ma), mentre Milano è all’81mo, tre posizioni meglio di un anno fa; Torino è invece precipitata dal 48mo al 72mo posto; Firenze perde 10 posizioni ed è ora 71ma; Napoli ne perde 17, scendendo all’84mo posto; Palermo è al 92mo posto, in discesa di tre posizioni.

Se Lecco, prima classificata, ha ottenuto soltanto 62 punti su 100 disponibili, la situazione non è migliore in Emilia Romagna: Ferrara è 4a (con 59 punti), Parma 15a, Bologna 23a (con 55 punti su 100), Reggio Emilia 32a, Ravenna 33a, Modena 43a, Rimini 50a, Piacenza 62a, Forlì si classifica addirittura 70a (con 45,7 punti).

In definitiva eccelle il nord, piange il sud. Lo dice Ecosistema Urbano, l’indagine dell’associazione Legambiente elaborata dall’istituto di ricerca Ambiente Italia sulla vivibilità nei capoluoghi. Il rapporto è stato presentato dai responsabili dell’associazione e diffuso in edicola con l’edizione del Sole 24 Ore del lunedì.
Il report è realizzato sulla base di oltre 100mila dati raccolti ‘alla fonte’ delle amministrazione comunali.

Dunque un podio tutto settentrionale in fatto di città a migliore qualità ambientale, e a far pendere la bilancia da una parte o dall’altra sono stati in particolare 26 indicatori, tra i quali spiccano la raccolta differenziata, il trasporto pubblico, la situazione relativa all’abusivismo edilizio, il verde urbano, lo smog, la disponibilità di acqua potabile.