Modena: batterio in acqua, Leoni (FI) interroga la Regione

“Quali sono i rischi per la salute umana connessi alla presenza batteriologica riscontrati nell’edificio di via Giardini 476, a Modena? Da quanto tempo l’Usl sa di tale presenza batteriologica e dei relativi rischi? Di che batteri si tratta? Come si può escludere che i batteri non abbiano interessato anche le altre aree residenziali comprese nell’edificio? Perché l’Asl non ha informato adeguatamente la cittadinanza rispetto alla presenza batteriologica?”.


Sono alcune domande contenute in un’interrogazione regionale presentata dal Consigliere regionale di Forza Italia, Andrea Leoni, in merito alla presenza di batteri riscontrata in un edificio del Direzionale 70, a Modena, che renderebbe rischioso, in base alle valutazioni dell’Ausl riportate su appositi cartelli affissi all’interno dell’edificio, l’utilizzo dell’acqua potabile.

“Alla comprensibile preoccupazione delle centinaia di persone che ogni giorno lavorano e frequentano lo stabile – afferma Leoni – si aggiungono le mancate garanzie rispetto alla possibilità che il batterio non si sia diffuso anche in altre aree del complesso residenziale, comprendente centinaia di uffici oltre che un supermercato alimentare. Di fronte a questi dubbi crediamo sia preoccupante il silenzio dell’Asl che anche in questo, come in altri casi denunciati, non avrebbe diffuso agli organi di informazione e all’opinione pubblica la notizia della presenza batteriologica ed i rischi ad essa connessi. Per questo chiediamo che venga fatta chiarezza sulle cause, sui rischi reali e sulle garanzie rispetto alle centinaia di cittadini che ogni giorno frequentano lo stabile”.