Pubblico impiego: sindacati verso un nuovo sciopero

I sindacati del pubblico impiego verso un nuovo sciopero generale per rivendicare il rinnovo del contratto e protestare contro il blocco del ‘turn over’ e la legge finanziaria. La decisione è stata presa al termine dell’incontro tra i segretari nazionali del Pubblico impiego di Cgil Cisl e Uil e i segretari regionali di tutt’Italia nel corso del quale è stata messa a punto una nuova mappa delle iniziative che partiranno già da questo mese.

A proclamare la nuova agitazione sarà il consiglio generale unitario che sarà convocato a gennaio per organizzare ‘uno sciopero senza precedenti’.
La riunione di oggi è servita anche a decidere un calendario di iniziative che si dispiegheranno su tutto il territorio nazionale. A cominciare dalla manifestazione organizzata per il 10 dicembre a Roma quando i rappresentanti degli eletti nelle RSU di tutta Italia formeranno una lunga catena umana che da piazza Venezia arriverà fino a palazzo Chigi.
Una iniziativa che verrà ripetuta nel mese di gennaio nei comuni capoluogo per sollecitare sindaci e presidenti di regione a prese di posizione ed impegni utili per sbloccare il negoziato. Contemporaneamente in tutti i posti di lavoro si terranno assemblee e verranno attivate tutte le iniziative utili per sensibilizzare e spiegare ai cittadini utenti dei servizi le ragioni della protesta dei lavoratori pubblici.