Prestiti in Bop, quasi 9 milioni per viabilità provinciale

Eliminare le code e i rallentamenti sulla tratto della strada provinciale 623 Vignolese tra il casello di Modena sud e Spilamberto. E’ questo l’obiettivo dei progetti finanziati dalla Provincia di Modena che prevedono, tra l’altro la costruzione di tre rotatorie agli incroci con la via Gherbella a S.Damaso, con la strada comunale delle Medicine a S.Donnino, con la provinciale 16 a Spilamberto.


Oltre alle rotatorie, l’intero tratto sarà allargato e reso più sicuro con un investimento complessivo di oltre quattro milioni di euro (cui concorrono anche i Comuni interessati) che punta a sistemare soprattutto le intersezioni con la viabilità minore, causa principale dei rallentamenti del traffico.

Parte di questa somma, circa un milione mezzo, sarà finanziata dalla Provincia ricorrendo all’emissione di titoli obbligazionari (Bop).

La manovra, approvata dal Consiglio provinciale lunedì 29 novembre (a favore la maggioranza di centro sinistra, contraria FI, astenuti An e Lega nord) prevede l’emissione di titoli per un importo complessivo di otto milioni e mezzo che saranno utilizzati per realizzare opere pubbliche sulla viabilità tra cui spicca la sistemazione del tratto in questione.

Nell’elenco delle opere figurano anche il consolidamento ed adeguamento del ponte sul torrente Pescarolo a Prignano, il completamento dello svincolo di Corlo di Formigine sulla strada provinciale 486 delle Radici, l’adeguamento dell’incrocio di Lesignana sulla strada provinciale 413 Romana sud, la rotatoria all’incrocio tra la strada provinciale n°1 Sorbarese e la provinciale 568 di Crevalcore a Ravarino e una serie di interventi di miglioramento della Sp. 4 Fondovalle Panaro.

Oltre agli interventi sulla viabilità, il prestito obbligazionario servirà a finanziare l’ampliamento dell’istituto Paradisi a Vignola, la realizzazione di un percorso ciclopedonale lungo il fiume Secchia da Modena al confine mantovano e a concedere contributi per la qualificazione delle aree protette.