Clima: miti sia novembre che inizio dicembre

Novembre 2004 ci dà nuove conferme che siamo di fronte a un innegabile cambiamento climatico anche a livello locale: a fronte del clima del periodo di riferimento trentennale dal 1961 al 1990, che in novembre indica una temperatura media di 7.8°C, nel 2004 abbiamo registrati 9.8°C.


Siamo quindi 2°C oltre la media: nulla di ‘eccezionale’ in un periodo di ormai inequivocabili cambiamenti climatici in corso, tanto che novembre 2004 risulta ‘solo’ al 15° posto nella classifica dei mesi di novembre più caldi dal 1860 a Modena: nella top ten’ novembrina troviamo il 1994, 1996, 2000,2002 e 2003, ma finora non è stato superato il caldo novembre del 1926 quando Modena registrò 11.8°C.
Va ricordato che per fortuna la breve irruzione fredda registrata attorno a S.Martino ha in qualche modo ‘limitato i danni’ di un mese che si era aperto con giornate e soprattutto notti estremamente miti e da record.
Il 2004 si avvia così alla conclusione ben più caldo della media, ma probabilmente non da ‘record estremo’ come gli ultimi anni: indicativamente, la media annua sarà, in dipendenza dell’andamento complessivo di dicembre, attorno a 14.6-15°C, probabilmente comunque più caldo di tutti gli anni precedenti al 1994, ma il bilancio definitivo sarà fatto nei primi giorni del 2005.

Per quanto riguarda le piogge, sono risultate superiori alla media ma non particolamente anomale: 84.7 mm contro i 65.5 mm di media 1961-1990; novembre del resto è uno dei mesi più piovosi e lo scorso anno si superarano i 120 mm, mentre nel 1999 furono addirittura 185.2 le piogge totali.

Ora, dicembre si è aperto in modo analogo: fin troppo mite, specie nelle temperature minime che anche oggi risultano attorno a 7-8°C sia in città che campagna: di fatto alla notte abbiamo le temperature che dovremmo aver di giorno, quando comunque con la copertura però non si sale oltre i 10°C.

Come già indicato, non vi sarà nessun cambiamento sostanziale nei prossimi giorni, salvo, fra domenica e lunedì, un lieve calo delle temperature di 1-2°C, e dello zero termico dagli attuali 2200 m a circa 1700 m, ma nei giorni seguenti della prossima settimana è molto probabile che riprenda a dominare la circolazione umida e mite indotta dalla saccatura presente sulla Spagna: in sostanza, a Modena, Reggio E. e negli altri centri di pianura non vedremo quasi mai il sole ancora per almeno 5-7 giorni.

(Fonte: Osservatorio Geofisico Modena)