Confesercenti: nessun rincaro

Dalle pagine della Stampa, Marco Venturi ha fermamente smentito le voci sul rincaro dei prezzi in vista delle festività natalizie. “Il fenomeno non è tale da potere ssere rilevato statisticamente, al punto di poter parlare di aumenti di Natale – ha spiegato il presidente della Confesercenti – c’è un ristagno forte dei consumi, e tutto il nostro impegno è per sbloccarequesta situazione. Figuriamoci se andiamo a dare una mazzata ai nostri clienti proprio nel momento in cui possono spendere un po’ di più: sarebbe una follia”.

Quanto alla polemica sugli aumenti dei prezzi al consumo di frutta e verdura degli ultimi sette giorni, Venturi ha ribattuto: ” Ma ci rendiamo conto del danno che si procura al commercio diffondendo, come fanno alcuni, queste cifre a vanvera? C’è l’Ismea, che è un istituto pubblico, che monitora i prezzi di tutta la filiera produttiva e secondo i suoi dati, all’agricoltura va oltre il 40% del prezzo finale dei prodotti. Le cifre allarmistiche producono un ulteriore aggravamento del senso di paura e di smarrimento in cui il consumatore si dibatte, con il risultato non di metterlo in guardia ma di indurlo a consumare sempre di meno. Questo – ha concluso Venturi – è nocivo per tutti: per noi, per chi produce, e anche per l’economia generale del paese. Follia. Follia pura”.