Imprenditori modenesi in Cina con Ciampi e Montezemolo

Una delegazione di imprenditori modenesi accompagnerà il presidente della Repubblica, Carlo
Azeglio Ciampi, nella sua prima visita ufficiale in Cina organizzata dalla Confindustria e dall’Ice, in accordo con il Quirinale, per i prossimi 8 e 9 dicembre.


Il presidente Ciampi sarà accompagnato dal ministro delle Attività produttive, Antonio Marzano, mentre la delegazione imprenditoriale sarà guidata dal presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo. La delegazione modenese sarà
composta da sei imprenditori e il comparto metalmeccanico sarà quello più rappresentato, seguito dal tessile-abbigliamento.

Il
mercato cinese rappresenta un punto di riferimento importante per l’industria modenese: nei primi sei mesi dell’anno le esportazioni hanno raggiunto quota 23 milioni di euro, seppure in leggera flessione (-4,2 per cento) rispetto allo stesso
periodo dell’anno precedente.

Gli imprenditori in procinto di partire per la Cina sono:
-Luca Raguzzoni, della Motovario di Formigine, specializzata in organi di trasmissione.
-Wainer Marchesini, della Wam di Cavezzo, un gruppo internazionale che produce macchine per il trattamento dei materiali in polvere e in granuli.
-Mauro Righi, della Borghi di San Cesario, produttrice di macchine per la produzione di scope e spazzole.
-Aldo Quintavalla, della Zadi di Carpi, azienda leader riconosciuta in Europa nel settore della progettazione, produzione e fornitura di serrature con chiave e sistemi di sicurezza meccanici, elettromeccanici ed elettronici per veicoli
a due e quattro ruote.
-Lanfranco Messori, della Messori Production di Carpi, che produce abbigliamento per uomo.

-Fabio Franciosi, della Intima Moda di Modena, che produce abbigliamento intimo femminile.

La missione ha l’obiettivo di avvicinare il mondo imprenditoriale italiano alla realtà cinese attraverso cinque diversi workshop di settore (agroalimentare, meccanica strumentale, moda, arredamento ed edilizia) che si terranno
nella mattinata dell’8 dicembre, a cui è prevista la
partecipazione delle istituzioni e degli enti locali cinesi di interesse per gli operatori economici. A conclusione dei workshop, nel pomeriggio si svolgerà un Forum industriale finalizzato alla presentazione delle eccellenze del made in
Italy.
Il 9 dicembre sono in programma visite nelle zone economiche speciali situate nelle vicinanze di Shanghai con insediamenti produttivi europei di successo. L’obiettivo è quello di raccogliere informazioni che possano risultare utili
alle imprese italiane interessate a effettuare investimenti in Cina.