Errani incontra giovani da tutta Italia al Motorshow

“Vogliamo diffondere una vera cultura della sicurezza e vogliamo farlo insieme a voi, senza paternalismi, cercando insieme le forme e i linguaggi”. Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, si è rivolto questa mattina ad oltre 400 ragazzi provenienti da tutta Italia, riunitisi ieri al Motorshow di Bologna per discutere di educazione stradale, patentino, campagne sociali.

Un confronto organizzato dall’Osservatorio per l’educazione stradale e la sicurezza emiliano-romagnolo, che è presente alla rassegna motoristica fin dal 1983 e quest’anno trova sede in uno stand ideato dal comunicatore Oliviero Toscani. Lo stesso Toscani, insieme ad altri ospiti, ha affiancato Errani in un partecipato botta e risposta con i giovani. “Questa occasione – ha detto ancora il presidente della Regione – va nel senso di una partecipazione necessaria per costruire, in primo luogo nella scuola, una consapevolezza, una coscienza civile che rispetti le regole e le sappia affermare dei valori”. “Tutte le volte che un messaggio sulla sicurezza fa pensare una persona, la ferma quando non è in condizioni di guidare – ha aggiunto Errani – avremo ottenuto un obiettivo e fatto un importante passo avanti nel raggiungimento della responsabilità”. “Su questo impegno – ha concluso Errani -, per cui la Regione Emilia-Romagna sta lavorando da anni avendo raggiunto anche risultati molto importanti, si innesta la comunicazione sociale e di conseguenza la possibilità di dare segnali forti: ad esempio per spingere ad elevare sempre più gli standard di sicurezza sui nuovi veicoli prodotti”.