Modena: oltre 11 mila cittadini stranieri alle urne

Il 19 dicembre 2004 Modena chiamerà al voto 11.450 stranieri per eleggere la Consulta Comunale dei cittadini stranieri ed apolidi residenti in città. Agli elettori, 5.342 donne e 6.108 uomini in regola con il permesso di soggiorno, maggiorenni e senza pendenze penali, spetta eleggere i 22 membri della Consulta comunale, il cosiddetto “Parlamentino”, che resta in carica cinque anni e ha il compito di rappresentarli nel rapporto con le istituzioni locali.

Una volta insediata la Consulta eleggerà tra i suoi membri il presidente e il vicepresidente i quali parteciperanno ai lavori del Consiglio comunale intervenendo alle sedute (diritto di parola), pur non avendo diritto di voto. “E’ la terza volta che Modena, seconda città in Italia ad istituire la Consulta, chiama alle urne i cittadini stranieri, dopo le elezioni del ’96 e del ‘99” afferma l’assessore alle Politiche Sociali Francesca Maletti che presiede la Commissione elettorale.

“L’appuntamento con il voto è un’occasione importante per rafforzare la partecipazione democratica degli stranieri alla vita della città. Rispetto alle precedenti elezioni, le liste sono passate da 13 a 20 e gli elettori raddoppiati. Altra novità importante – continua l’assessore – è la presenza in Commissione elettorale di tre stranieri, segno che si è attivato un processo di coinvolgimento che rende i cittadini stranieri protagonisti di ogni fase del percorso elettorale e non solo fruitori delle elezioni. Inoltre, nella presentazione dei candidati, si sta superando il concetto di territorialità attraverso liste miste che vanno nella direzione di una sempre maggiore integrazione”.

Le operazioni di voto si svolgeranno dalle 8 alle 20 nei quattordici seggi cittadini: sette presso il Centro Territoriale Permanente di viale Monte Kosica 76, altrettanti presso le circoscrizioni. Gli elettori devono esprimere la loro preferenza per un candidato (il voto alla lista è nullo). Candidati e simboli di lista sono esposti dal 4 dicembre tramite affissione pubblica in varie parti della città. I manifesti sono consultabili, tra l’altro, al Centro Stranieri di viale Monte Kosica, presso l’Informacittà di piazza Grande, all’Ufficio elettorale di via Santi e presso le sedi di circoscrizione.