Modena: disco di plastica tradisce pirata della strada

Un piccolo disco di plastica, del diametro di una decina di centimetri, è bastato agli operatori della Polizia Municipale per rintracciare in una carrozzeria cittadina un’auto Toyota Yaris che dopo uno scontro si era allontanata dal luogo dell’incidente senza accertarsi se vi fossero dei feriti.

Nella notte tra il 27 e il 28 novembre scorsi in viale delle Rimembranze, vicino al Monumento ai Caduti, una Fiat Bravo con a bordo il solo guidatore, fu affiancata e speronata da una Yaris. Il conducente dell’auto investitrice, anzichè fermarsi per gli accertamenti di rito, accellerò e fece perdere le proprie tracce.

Sul luogo dell’impatto intervene la pattuglia infortunistica della Polizia Municipale che raccolse alcuni frammenti di carrozzeria. Da quel momento iniziarono una serie di visite alle carrozzerie per controllare la presenza di auto incidentate prive del dischetto di plastica. E proprio nei locali di un artigiano modenese è stata individuata la Yaris il cui paraurti anteriore era privo del pezzo. A quel punto è stato facile rintracciare il proprietario dell’auto che, convocato negli uffici in viale Amendola, ha ammesso la propria responsabilità. L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per omissione di soccorso.