Modena: Compagnoni e la conquista italiana del K2

Questo pomeriggio alle 17,00, presso l’Aula Magna della Facoltà di Lettere e Filosofia (Largo S. Eufemia 19) a Modena, Achille Compagnoni presenzierà alla presentazione del suo volume dedicato alla conquista italiana del K2.


Il K2 è la montagna degli italiani sin dal 1909, quando il Duca degli Abruzzi aveva indicato il percorso da seguire per raggiungere la cima lungo la cresta Sud-Est, che da quel momento porterà il suo nome. Vent’anni dopo il prof. Ardito Desio iniziò a cullare il sogno di riuscire a conquistare la seconda vetta del mondo, alpinisticamente la più difficile. Il sogno divenne realtà nel luglio 1954 quando Desio condusse al successo la spedizione italiana.

Il 31 luglio del 1954 Achille Compagnoni e Lino Lacedelli ponevano per la prima volta orme umane su quella vetta fino ad allora inviolata.
Per ricordare la storica impresa Achille Compagnoni ha scritto un libro con l’obiettivo di invitare il lettore a rivivere in sua compagnia i momenti più esaltanti di un’impresa che ancora oggi si ricorda tra le più significative conquiste dell’uomo.

Oltre al saluto del Rettore prof. Gian Carlo Pellacani, sono previsti interventi del prof. Leandro Schena (Univ. di Modena e Reggio Emilia), del prof. Paolo Cesaretti (Univ. di Chieti) e dello stesso Compagnoni.
L’evento, promosso dall’Ateneo, è patrocinato dalla Provincia di Modena e sponsorizzato dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna.