Modena: notte brava per un autotrasportatore

Alcol, sesso e una guida decisamente spericolata per tentare di sfuggire alle forze dell’ordine. Questi gli ingredienti di una notte trascorsa ‘sopra le righe’ alla Bruciata, da un autotrasportatore campano di 30 anni, residente a Reggio Emilia.

Per lui il ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza, l’etilometro ha infatti confermato 1,5 grammi di alcol per litro di sangue, tre volte superiore al limite consentito dal Codice della Strada. Scattate anche le denuncie da parte degli operatori della Polizia Municipale della Polizia Stradale per minacce ed ingiurie.

L’azione ha preso il via alle 22,30 di giovedì sera nel parcheggio laterale di un noto ipermerato. Le pattuglie della Polizia Municipale, in servizio di prevenzione per combattere la piaga della prostituzione, hanno notato una persona che a piedi usciva da un campo dove si trovavano alcune prostitute di colore. L’uomo si è messo alla guida di una Lancia Y e, incurante dell’alt imposto dagli uomini in divisa, ha proseguito il suo percorso facendo lo slalom tra le macchine di servizio della polizia. L’autotrasportatore con una serie di manovre azzardate è riuscito ad allontanarsi due volte dagli inseguitori e ad imboccare via Emilia Ovest in direzione di Rubiera dove però è stato fermato e accompagnato negli uffici della Polizia Stradale per gli accertamenti di rito.