Università: seminario sulla comunicazione pubblica

Sul modo di essere della società contemporanea influisce in maniera determinante il fenomeno delle comunicazioni di massa, anche nella misura in cui esse contribuiscono alla formazione ed all’espressione dell’opinione pubblica, intesa quale protagonista e strumento imprescindibile per le moderne democrazie.

A questo complesso e sconfinato argomento, che trova molte e differenti modalità di declinazione e del quale solo di recente si è cominciata ad occupare la giurisprudenza ed il Parlamento con l’approvazione di alcune fondamentali leggi, che ne hanno meglio definito la natura e le caratteristiche,
la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e la Prefettura di Modena, intitolano il seminario “La comunicazione pubblica”, che vedrà la presenza, insieme a studiosi della materia, anche di alcune delle più autorevoli personalità istituzionali del settore.

L’iniziativa è promossa nel quadro di un ciclo di iniziative di aggiornamento, formazione e scambio che va sotto il nome “Istituzioni e dinamiche del diritto”, inteso ad approfondire alcune delle più recenti problematiche su cui è impegnata l’importante istituzione dello Stato.

La giornata di studi sarà ospitata alla Sala del Teatro Fondazione Collegio San Carlo di Modena, domani, lunedì 13 dicembre, e si aprirà alle ore 9,00 con gli indirizzi di saluto, recati dal Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani e del Prefetto di Modena dott. ssa Italia Fortunati, e l’intervento di Aljs Vignudelli (Univ. di Modena e Reggio Emilia) su “Genesi fenomenologica della comunicazione pubblica”, cui seguirà la relazione introduttiva di Paola Marsocci (Univ. “La Sapienza” di Roma) su “Evoluzione, problematiche e tendenze della comunicazione istituzionale in Italia”.