Maranello: gioielliere si ustiona con fiamma ossidrica ladri


Per cercare di rimuovere dalla saracinesca il cannello della fiamma ossidrica, che i ladri avevano abbandonato non appena era scattato l’allarme antifurto, un gioielliere di Maranello è rimasto ustionato alle braccia.


Nel cuore della notte, il titolare della gioielleria era stato risvegliato dall’entrata in funzione del sistema antifurto del suo negozio. Ignoti avevano cercato di forzare la saracinesca, ma avevano attivato i sensori che segnalano le possibili intrusioni. Nella loro fuga precipitosa, i ladri hanno tuttavia lasciato sul posto, ancora in funzione, il cannello della fiamma ossidrica, rimasto incastrato nella serranda. Il gioiellerie, perciò, temendo che potesse scatenarsi un incendio, ha cercato di toglierlo e spegnerlo, ma è stato investito da una fiammata. E’ stato quindi trasportato al pronto soccorso, dove gli sono state riscontrate ustioni di media gravità alle braccia. Guarirà in una ventina di giorni. Sull’episodio hanno avviato le indagini i Carabinieri.