Reggio Emilia: spese folli con carte di credito rubate

Oltre a pulire scrupolosamente gli uffici di una piccola azienda della bassa reggiana, la sua attenzione si soffermava in particolare sui portafogli dei dipendenti da cui rubava le carte di credito che poi utilizzava per fare spese folli nei negozi delle province di Reggio Emilia, Modena e Mantova.

Per questo è finita nei guai la 47enne donna delle pulizie, residente a Fabbrico, per furto aggravato, indebito utilizzo di carta di credito e sostituzione di persona.