‘Donare premia’ anche con libri e dvd

E’ partita la seconda edizione del concorso ‘Donare premia‘ rivolto a studenti delle quarte e quinte classi delle scuole medie superiori emiliano-romagnole, per promuovere la cultura della donazione del sangue. Il concorso è una delle iniziative della campagna di comunicazione “La vita non aspetta. Diventa donatore di sangue”, realizzata da Regione, Avis, Fidas/Advs.


Dopo il successo della prima edizione – che prevedeva la realizzazione di slogan per invitare alla donazione del sangue e alla quale hanno partecipato più di 100 scuole – quest’anno, le ragazze e i ragazzi sono invitati a realizzare un racconto sulla donazione di sangue raccogliendo esperienze dirette di donatori.
Un impegno, dunque, ancora maggiore che richiederà anche un più approfondito lavoro di riflessione all’interno della classe e proprio per questo l’assessore regionale alla sanità Giovanni Bissoni ha inviato in questi giorni una lettera a tutti i dirigenti scolastici dell’Emilia-Romagna chiedendo la loro collaborazione e quella degli insegnanti.
A tutte le scuole inoltre è stato distribuito materiale informativo sull’iniziativa, con depliant e locandine che spiegano modalità e tempi di partecipazione e che riportano, sotto forma di stickers autoadesivi, alcuni degli slogan premiati lo scorso anno.
Il concorso, al quale bisogna iscriversi entro il 31 gennaio 2005, fa parte delle iniziative della campagna di comunicazione “La vita non aspetta. Diventa donatore di sangue”, realizzata da Regione, Avis, Fidas/Advs.

Come partecipare al concorso

Per partecipare al concorso è necessario sottoscrivere il modulo di partecipazione pubblicato sulle pagine dedicate al concorso ‘Donare premia‘ sul sito Donarepremia, oppure contattare direttamente la segreteria organizzativa (Homina, del Monte 10, Bologna – 051/ 264744 – fax 051 222190) entro e non oltre lunedì 31 gennaio 2005.

I racconti realizzati dagli studenti dovranno essere inviati alla stessa segreteria entro lunedì 28 febbraio 2005, per consentirne ad una giuria di esperti di comunicazione, accademici e giornalisti di valutarli.
La giuria premierà il miglior contributo di ogni provincia, singolo o di gruppo, con un dizionario “speciale” (di musica, teatro, cinema, ecc.).
Un volume di particolare valore sarà invece riservato a tutti gli insegnanti che coordineranno i lavori degli studenti.
Il concorso prevede infine un riconoscimento a tutti i partecipanti: un classico della narrativa messo a disposizione da Baldini Castoldi Dalai editore e una copia su Dvd dei diversi contributi presentati.