Sassuolo: tante proposte per recupero Villa Giacobazzi

Sono cinquantanove le proposte presentate entro la scadenza di ieri per il progetto di recupero e valorizzazione di Villa Giacobazzi (Vistarino). Nei prossimi giorni un’apposita commissione si riunirà per vagliarle e scegliere i dieci che elaboreranno il progetto, importante perché costituisce un passo fondamentale nel percorso di recupero della struttura.

Il 2005 si aprirà con l’incarico al professionista o all’azienda, o gruppo di aziende, che meglio avranno saputo interpretare le indicazioni contenute nei piani di valorizzazione della struttura e del parco annesso.


Si vuole riconsegnare alla vita della comunità sassolese il complesso architettonico, un patrimonio che appartiene alla collettività e che costituisce anche memoria storica e testimonianza culturale.

Da ricordare che le destinazioni d’uso della villa sono state individuate in spazi di cultura e rappresentanza: ci sarà la Sezione Ragazzi della Biblioteca, con molti più spazi a disposizione. Al piano nobile saranno allestite le sale di lettura e di consultazione per i ragazzi, oltre che uno spazio dedicato esclusivamente ai bambini più piccoli (0 – 5).


Al piano terra della Villa, è prevista una sala d’accoglienza, che avrà molte funzioni, da quelle informative a quelle di vendita dei biglietti (in occasioni di eventi a pagamento nella Villa o nel Parco).

Nella parte sud ovest sarà ricavata la caffetteria, che potrà utilizzare anche la magnifica cantina antica dei Giacobazzi e, nelle stagioni favorevoli, anche sedute all’aperto.


Nella parte sud del piano nobile, poi, verranno messi a disposizione del pubblico i saloni dell’arte e della musica, ricavati nella antica biblioteca e nelle sale da pranzo e nei salotti della Contessa : mostre, conferenze, piccoli concerti, convegni potranno essere ospitati negli spazi che permetteranno anche al Comune di potervi contare come luogo di rappresentanza, adatto anche a cerimonie.


Nel prato a sud del viale dei pioppi, è prevista la collocazione di un gazebo, che permetterà ai cittadini di ogni età di potere usufruire di iniziative musicali compatibili con il luogo e il contesto urbano.

La spesa prevista per la sua realizzazione è di 4 milioni e 200mila euro.