Dentista gratis ai redditi bassi o a chi ha problemi di salute

Cure dentistiche e protesi gratis alle persone con i redditi più bassi o a quelle con particolari problemi di salute. Il Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna garantirà per la prima volta, ad alcune fasce di cittadini, anche le prestazioni odontoiatriche.

Ne potranno usufruire a titolo completamente gratuito i cittadini con patologie che provocano conseguenze di natura odontoiatrica (ad esempio malati di diabete giovanile, sieropositivi, tossicodipendenti, handicappati psicofisici e persone in trattamento di radioterapia a livello cefalico) e coloro che hanno un reddito familiare (reddito Isee) inferiore ai 7.500 euro all’anno.
Le persone con un reddito familiare compreso fra 7.500-12.500 euro e dai 12.500 ai 15.000 dovranno invece pagare un ticket rispettivamente di 40 e 80 euro o, nel caso delle protesi, versare un contributo massimo di 300 euro per arcata dentaria.
Di questa operazione beneficeranno complessivamente circa 324.000 persone all’anno, vale a dire oltre il 50% in più delle persone assistite finora negli ambulatori odontoiatrici del Servizio sanitario regionale.

L’investimento complessivo della Regione sarà pari a 20 milioni di euro. Nel primo biennio 2005-2006 la Regione ha previsto infatti un fondo di 10 milioni di euro per potenziare il personale e l’attività, a cui si aggiungono altri 5 milioni di euro destinati a un programma speciale-anziani e 5 che saranno investiti nell’arco dei prossimi 5 anni per dotare gli ambulatori di migliori attrezzature e di tecnologie più avanzate.
Il provvedimento che indica le prestazioni e i destinatari delle cure è stato varato dalla Regione in attuazione del decreto legislativo che definisce i Livelli essenziali di assistenza (Lea) e porta la doppia firma dell’assessorato alla Sanità e delle Politiche sociali.

Il programma della Regione prenderà il via nel 2005 e sarà a regime a partire dall´1° gennaio 2006.
Entro i primi quattro mesi del 2005, le Aziende sanitarie dovranno comunicare alla Regione e alle Conferenze territoriali sociali e sanitarie il progetto aziendale di applicazione del programma, e dovranno informare i cittadini sulle modalità di accesso alle cure. La realizzazione dei progetti sarà inserita tra gli obiettivi fissati dalla Regione alle Aziende sanitarie per il 2005. Il programma prevede un potenziamento delle attività di cura odontoiatrica negli ambulatori pubblici, con un aumento delle ore di ambulatorio attraverso un incremento degli organici, interventi di formazione, acquisizione di nuove attrezzature, aumento dell´efficienza.