La Daolio è Mimì nella ‘Bohéme’ di Pavarotti a Fano

Serena Daolio, soprano modenese, è Mimì nella ‘Bohéme’ di Giacomo Puccini che va in scena il 27 dicembre al teatro di Fano con la regia di Luciano Pavarotti, in un progetto che vuole valorizzare giovani talenti della scena lirica italiana.


Nata a Carpi e fatti i primi passi musicali nella storica Corale Rossini di Modena, Serena Daolio è stata ‘scoperta’ da Daniele Rubboli due anni fa, al Concorso Rosetum di Milano e immediatamente inserita nella produzioni del suo Laboratorio Lirico Europeo dove ha debuttato nella ‘Traviata’.
Da quel momento il giovane soprano modenese ha fatto passi da gigante cogliendo successi importanti al Comunale di Carpi proprio nella ‘Bohéme’ con la regia di Rubboli, opera poi replicata in vari teatri italiani; al Regio di Parma con “Il Corsaro” di Pacini e recentemente con un tour che l’ha vista, sempre con la regia di Rubboli, applaudita protagonista di ‘Madama Butterfly’.

Essere stata scelta da Pavarotti per interpretare questa ‘Bohéme’ a Fano è una ulteriore conferma della realtà di questo soprano che si appresta a nuovi successi. Per questa edizione del capolavoro di Puccini Luciano Pavarotti ha scelto anche un altro artista del Laboratorio Lirico Europeo di Rubboli, il baritono bolognese Pierluigi Dilingite che sarà Marcello.