Marchio ‘Modena’ per amaretti, nocino e sassolino

Dopo i tortellini, non potevano mancare dolci e liquori della tradizione modenese: amaretti, nocino e sassolino. Le imprese dolciarie e le distillerie che hanno accettato l’impegno a rispettare specifiche regole di produzione ispirate alla miglior tradizione e a sottoporsi a rigorosi controlli hanno infatti ottenuto dalla Camera di Commercio l’autorizzazione all’uso del marchio ‘Tradizione e sapori di Modena‘. Marchiatura che che in concomitanza con le festività natalizie sta diventando pienamente operativa.


Possono fregiarsi del marchio della Camera di Commercio gli Amaretti di Modena, quelli ‘veri’ con le mandorle e non con essenze, il Nocino di Modena prodotto con gli ingredienti che da secoli sono alla base delle ricette delle famiglie modenesi e il Sassolino di Modena fatto con l’anice stellato.

”Se è vero che Modena ha il menù più famoso del mondo – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Alberto Mantovani – non potevamo non porci l’obiettivo di tutelarne tutti i prodotti che ancora risultavano privi di protezione”.

La risposta dei produttori all’invito della Camera di Commercio è stata pronta e convinta. Per questi tre prodotti hanno ottenuto l’uso del marchio una quindicina di imprese: alcune hanno avviato la marchiatura, altre stanno apprestandosi a farlo.