Maranello: approvato bilancio 2005

Il consiglio comunale ha approvato nella seduta di martedì scorso il bilancio di previsione per il prossimo anno e per il triennio 2005/2007: favorevoli i gruppi della maggioranza, contrari Polo e Lega Nord, astenuto il gruppo di minoranza “Proviamo a cambiare”.


Il bilancio ammonta a oltre 25 milioni di euro (per il triennio a quasi 73 milioni). Sul fronte delle entrate, rimane invariata l’ICI al minimo del 4 per mille (unico caso in provincia, con Fiorano di applicazione, dell’aliquota più bassa). Novità significative sulle tariffe scolastiche e per i servizi sociali: con il superamento della logica degli “scaglioni” ora si applica alle famiglie una percentuale sul valore ISEE (reddito annuale) che crea più equità tra i contribuenti e abbassa notevolmente la media delle tariffe scolastiche (da 251 a 226 euro) favorendo in particolare i redditi medio-bassi. Cambiano anche le tariffe di inserimento al nido, e ulteriori agevolazioni sono previste dal “Pacchetto Famiglia”, con sconti sull’utilizzo dei servizi per gli utenti svantaggiati (a basso reddito, famiglie numerose) che ne faranno richiesta. Novità anche nelle tariffe per i servizi sociali, come il servizio gratuito per i primi 15 giorni di assistenza domiciliare e per il trasporto handicap.
Previsto anche il passaggio da tassa a tariffa per lo smaltimento dei rifiuti, imposto dal Decreto Ronchi e operativo dal 1 gennaio 2005, che prevede la totale copertura dei costi del servizio da parte dei fruitori.

Infine, gli investimenti per oltre 6 milioni di euro (più di 17 milioni nel triennio). Le principali opere pubbliche fino al 2007 prevedono interventi sulle strutture scolastiche (elementari a Pozza, medie a Maranello), per la cultura e il tempo libero (centro giovani, ampliamento Galleria Ferrari), i servizi sociali (residenza sanitaria assistita, alloggi di primo soccorso), il territorio e l’ambiente (Peep, fognature, aree verdi, riqualificazione urbana, percorsi collinari), la viabilità (Asse est, piste ciclabili, manutenzione strade) e il patrimonio (ristrutturazione dell’ex Papete in Via Vittorio Veneto).