Maremoto: indicazioni per turisti diretti nell’area

Telefono Blu ha stimato almeno 7000 presenze di turisti e connazionali nell’area interessata dal maremoto nell’Oceano Indiano. La metà sono stati o sono nelle Maldive (2000 isolotti) almeno 1500 in Thailandia, oltre 1000 in Indonesia e altrettanti nello Sri Lanka.

Nei prossimi giorni dovevano o dovrebbero partire ancora più italiani (forse più di 20mila). Infatti ogni anno sono oltre 500mila sono gli italiani fra ‘fai da te’ e chi ha scelto il tour operator che si avvicendano in queste zone. Le Maldive ad esempio raggiungono sicuramente le 160 mila presenze. Il numero però è in forte incremento e si pensa che entro breve potrà raggiungere il dato dell’Egitto (700mila red sea e 300mila tour).

Dopo la tragedia, sostiene Telefono Blu Sos Consumatori, occorrono aiuti concreti,visto che queste aree sono poi comunque a nostra disposizione quando viaggiamo.
Ecco un vademecum minimo per chi deve o dovrebbe partire in questi giorni per il sud est asiatico:
1) Informarsi presso l’agenzia e nei siti internet
2) se decidete di non partire informare subito l’agenzia
3) se non vi ritenete sicuri potete proporre rinvio o cambio destinazione
4) in caso di difficoltà contattare Telefonoblu e centralino 199.44.33.78.
Infatti le opzioni sono tre: cambio destinazione, cambio data o rimborso. In tal caso pare opportuno venga fatta la richiesta di risarcimento per iscritto. L’associazione invita a mettersi in contatto per denunciare eventuali problemi e difficoltà.