Terremoto: Anci apre conto corrente di solidarietà

I Comuni italiani sono impegnati a dare assistenza alle popolazioni locali colpite dal maremoto e collaborano con il governo e la Protezione Civile nello sforzo di far rientrare al più presto i turisti italiani. L’Anci, associazione nazionale dei Comuni italiani, ha deciso inoltre di attivare un conto corrente bancario per raccogliere fondi destinati all’emergenza ed alla ricostruzione.

L’associazione – informa Fabio Sturani, sindaco di Ancona e vice presidente dell’Anci – invita pertanto i Sindaci a far convergere su questo specifico conto corrente risorse che possono essere reperite nei bilanci 2005 alla voce “Cooperazione decentrata” e mettendo anche a disposizione l’ esperienza e le possibilità d’intervento delle aziende dei diversi servizi pubblici locali.

Il conto corrente è n.56748129 ABI 06230 CAB 03202 CIN A, intestato “Anci-solidarietà ” presso Cassa di Risparmio Parma e Piacenza, Agenzia n. 1, Via Cola di Rienzo, 23B, Roma.

“Gli organismi dirigenti dell’Anci – ha spiegato Sturani – di concerto con le Regioni, con il governo centrale e con gli indirizzi dell’Unione Europea, decideranno le priorità d’intervento privilegiando, come è tradizione consolidata, i ‘gemellaggi’ con i territori e le città specifiche che sono stati particolarmente colpiti”.