Codice della strada: multe più care del 4,1%

Il 2005 si apre con una serie di aumenti, tra questi anche contravvenzioni più salate per chi infrange alcune norme del codice della strada. Dalla mezzanotte, infatti, aggiornamento biennale di alcune sanzioni come quelle che riguardano i limiti di velocità, il divieto di sosta, l’utilizzo dei fari.

Non aumenteranno ma saranno solo arrotondate, invece, le multe previste dal nuovo codice della strada, come guidare parlando al telefonino, senza cintura di sicurezza o senza casco, perchè entrate in vigore da meno di due anni.

L’aumento, stabilito dal decreto interministeriale (Giustizia, Economia e Finanze e Infrastrutture e Trasporti) del 22 dicembre scorso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, è del 4,1% considerando la variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo relativo al novembre scorso rispetto al novembre 2002.

Costerà 35 euro rispetto ai 33,60 precedenti, parcheggiare in divieto di sosta, non rispettare i segnali stradali e superare i limiti di velocità entro i 10 chilometri. Chi spinge l’acceleratore andando oltre i 40 chilometri in più rispetto al limite imposto vedrà arrivare una multa di 357 euro rispetto ai 343,35 di prima. Sarà di 71 euro (68,25 prima) la contravvenzione per chi non accende i fari, di 357 euro (343,35) quella per chi percorre le corsie di emergenza in autostrada o in retromarcia, di 716 euro (687,75) quando non si è senza assicurazione. Salatissima la multa per inversione di marcia in autostrada: 1.693 euro (1.626,45).