Formigine: luminarie spente per il Sud-est asiatico

Iniziativa simbolica per i commercianti del territorio: da questa sera luci spente sulle festività. Formigine condivide così il dolore delle popolazioni del Sud Est Asiatico colpite dal maremoto


Sono passati pochi giorni da quando il Comune di Formigine ha stabilito lo stanziamento di 10.000 Euro in favore delle popolazioni del Sud Est Asiatico colpite dallo tsunami. Oggi la nuova iniziativa di solidarietà è firmata dai commercianti del territorio che, in attesa di dare avvio ad una nuova raccolta di fondi e aiuti ed in accordo con l’Assessorato alle Attività Produttive, hanno deciso all’unanimità di compiere un atto simbolico di adesione al dolore provocato dalla tragedia: già a partire da questa sera si spegneranno, nel capoluogo così come nelle frazioni, tutte le luminarie che i circa 150 commercianti avevano acceso a ridosso delle festività natalizie e che avrebbero dovuto illuminare l’atmosfera natalizia fino al prossimo 7 gennaio.

Un segnale, un messaggio di cordoglio, un invito alla sobrietà dopo i botti, già contenuti, di fine anno: questo vuole essere l’iniziativa che si unisce alle innumerevoli manifestazioni di dolore e che semplicemente punta a rendere palese il sentimento di partecipazione che accomuna in questo momento tutti i Paesi del mondo. A questa iniziativa, che ha raccolto le adesioni di tutti i commercianti che proprio grazie al contributo dell’Amministrazione avevano acceso nelle scorse settimane le vie principali di Formigine e delle sue frazioni, ne seguiranno altre, questa volta più concrete ed in collaborazione con tutte le associazioni di categoria, destinate alla raccolta di aiuti umanitari e fondi per la ricostruzione dei Paesi distrutti dal maremoto.