Formigine: educazione alimentare e prodotti bio

E’ giunto nelle case di formiginesi durante le ultime festività, assieme al periodico ‘Inform’, il fascicoletto dedicato all’educazione alimentare e ai prodotti biologici dal titolo “Dalla Coltura alla Cultura dell’Alimentazione”.

E’ partita infatti così l’iniziativa che, promossa dall’Assessorato alle Politiche di Sostenibilità Ambientale e dall’Assessorato alle Politiche Scolastiche nell’ambito del progetto di educazione alimentare e consumo consapevole, si svilupperà lungo tutto l’anno 2005 e che ha preso il via con questo progetto di qualificazione scolastica rivolto alle classi quarte elementari del Comune.

“Con questa pubblicazione intendiamo – ha affermato l’Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale Paolo Fontana – promuovere un’educazione al consumo consapevole attraverso la comprensione delle relazioni esistenti tra sistemi produttivi, consumi alimentari e ambiente, nella prospettiva di uno sviluppo sostenibile. Il nostro scopo è quello di sensibilizzare i cittadini all’adozione di corretti comportamenti alimentari e nutrizionali attraverso la conoscenza e il consumo di prodotti ottenuti nel rispetto della salute e dell’ambiente”.

In particolare nel libretto si evidenzia l’importanza di consumare i prodotti dell’agricoltura biologica coerentemente con gli obiettivi della legge regionale 20/92 che ha chiesto alle Amministrazioni Locali di introdurre nelle mense scolastiche i prodotti biologici. “Formigine in particolare aveva già provveduto a introdurre diversi prodotti biologici nella preparazione dei pasti delle mense scolastiche, che progressivamente hanno aumentato la quantità dei prodotti bio utilizzati – aggiunge Antonietta Vastola, Assessore alle Politiche Scolastiche di Formigine – Il passo che compiamo ora va anche nella direzione di creare una vera e propria cultura alimentare, un messaggio che attraverso i più alunni e studenti intendiamo fare giungere anche ai genitori, e quindi gli adulti”. Un’intenzione, quella di valorizzare i prodotti bio, che a Formigine ha trovato conferma anche nell’esito dell’ultimo capitolato d’appalto dello scorso Giugno che è stato aggiudicato a CIR, cooperativa di ristorazione che impiega numerosi prodotti base di provenienza biologica: dal pane ai latticini, dalla carne di vitellone al riso, dall’olio extra vergine di oliva ai diversi legumi e ortaggi, alle confetture.

L’impegno dell’Amministrazone sul fronte della qualità dei servizi e dei prodotti alimentari delle mense formiginesi del resto ha trovato due anni fa autorevole riscontro nell’ottenimento, da parte del centro pasti del Comune, della certificazione ISO 9001, un’ulteriore elemento di garanzia, qualità e salubrità dei pasti preparati.

La prossima iniziativa che verrà promossa nell’ambito del progetto di Educazione Alimentare, sostenuto dalla Provincia di Modena, con la collaborazione di AIAB, è già stata fissata al prossimo 26 Febbraio quando si terrà un incontro pubblico dedicato al tema del “cibo biologico”, presso il teatro delle Scuole Ferrari, animato da uno spettacolo che coinvolgerà i presenti sui temi dell’alimentazione.