Intelligenza emotiva: ‘lei’ ne ha un 6% in più

Le donne dispongono di un buon 6 per cento in più rispetto agli uomini di ‘intelligenza emotiva’, una dote che regola rapporti privati e lavorativi e quindi consente, per esempio, di migliorare le relazioni con i clienti, affrontare serenamente cambiamenti e sfide, pianificare con abilità, perseguire i propri obiettivi con passione e impegno.

E’ il risultato dell’indagine condotta dall’associazione no profit ‘Six Seconds’ sul tema: ‘Esistono differenze tra uomini e donne a livello di intelligenza emotiva’. La buona notizia, per il sesso maschile, è che la lacuna si può colmare: l’intelligenza emotiva, infatti, non è un fattore geneticamente determinato e può essere esercitata.

L’indagine italiana (condotta dalla ‘Six Seconds Italia’, dal 2003 sede italiana della ‘Six Seconds International’) nasce dalla necessità di approfondire studi già sviluppati in altri Paesi su questo tema. A livello internazionale le ricerche sull’intelligenza emotiva sono state motivate dalla volontà di ricercare soluzioni e strumenti alternativi con cui intervenire nella sfera personale e sociale degli individui per garantire il recupero della componente emotiva, schiacciata sotto il peso di una vita sempre più frenetica.

(Fonte: AGI)