Intesaconsumatori chiede a Sirchia rimedi anti-fumo gratis

Adesso che la legge antifumo è entrata in vigore, occorre aiutare coloro che vogliono smettere di fumare. Lo sostiene Intesaconsumatori, che rivolge ora un appello al Ministro della Salute Sirchia.


Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori chiedono infatti di rendere gratuiti per i prossimi 6 mesi, e quindi a carico del Servizio Sanitario Nazionale, i vari rimedi anti-fumo in commercio in Italia: dai cerotti alle gomme da masticare, dai fili di seta ai magneti, dalle compresse agli spray nasali, ecc.

Questo perché, spiega l’Intesa, le cure per smettere di fumare risultano attualmente eccessivamente onerose, e c’è il rischio di speculazioni a breve termine sui prezzi da parte dei rivenditori, vista la tendenza di molti fumatori che in questi giorni stanno decidendo di smettere di fumare avvalendosi proprio di tali prodotti.

Un appello viene rivolto da Intesa anche a Federfarma, alla quale si chiede di far vendere con uno sconto del 50% sul prezzo, tutti i rimedi anti-fumo in commercio nelle farmacie italiane.

Intesaconsumatori ribadisce comunque la ferma intenzione di denunciare nelle sedi opportune tutti i soggetti, commercianti in testa, che speculeranno sulle spalle dei fumatori decisi a chiudere con il vizio delle sigarette.