‘Che musica questa terra’ videoclip emiliano-romagnoli

Un viaggio lungo la via Emilia percorrendo i luoghi che hanno ispirato artisti musicisti e cineasti. Un palcoscenico fatto di storia e di emozioni, di borghi, di città e di mare, dove sono stati girati i video di otto cantanti emiliano-romagnoli, ma anche concerti live, dove l’atmosfera creata dalle musiche si fonde con la poesia di canzoni come “Chiedi chi erano i Beatles”, scritta da Roberto Roversi.

E’ il Dvd dal titolo ‘Che musica questa terra‘, prodotto dall’Assessorato regionale Cultura – Film Commission della Regione Emilia-Romagna, come gadget da distribuire gratuitamente nel corso degli eventi cinematografici e musicali internazionali ai quali la Regione prende parte, dalla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia al Festival di Cannes al Festival di Berlino e Location di Los Angeles.
Obiettivo dell’iniziativa regionale è quello di fornire ai produttori cinematografici un prodotto che promuova il territorio regionale come set di produzioni audiovisive e il lavoro dell’intera filiera produttiva locale.
Il Dvd è stato realizzato anche grazie alla generosità degli artisti emiliano-romagnoli che hanno aderito gratuitamente al progetto, come anche i produttori e le case discografiche, con un costo per la Regione relativo solo alla riproduzione (3000 copie).

“Con questo dvd che verrà distribuito a livello internazionale – ha detto l’assessore regionale alla cultura Marco Barbieri – siamo riusciti a raccontare due prodotti tipici del nostro territorio: da un lato la creatività musicale della nostra terra (due terzi della musica italiana è prodotta in Emilia-Romagna) e dall’altro la vocazione per il cinema, con i suoi grandi registi ma sostenuta attualmente da una produzione locale che cresce nel tempo (più di trenta videoclips e una ventina tra film, fiction e documentari realizzati nell’ultimo anno). Una capacità di raccontare – ha aggiunto Barbieri – che appartiene al dna della gente emiliano-romagnola, in grado di rimboccarsi le maniche e lavorare ogni giorno con la stessa passione”. L’Assessore ha inoltre annunciato la prossima presentazione di una ampia ricerca sulla creatività in Emilia-Romagna, con riferimento a tutti i settori produttivi. “La creatività intesa come capacità di creare bellezza, qualità, e di saperle raccontare, è infatti un elemento indispensabile per essere competitivi in futuro”.

“Ho iniziato negli anni ’50 e per sfondare dovevi andare a Roma o Milano – ha riferito Gianni Morandi – oggi non è più così anzi i più grandi vengono in Emilia-Romagna a registrare i loro pezzi. Qui ci sono professionisti di grande qualità riconosciuti a livello internazionale”.
“La musica è sempre stata una costante in Emilia-Romagna – ha sottolineato Beppe Carletti fondatore dei Nomadi – forse perché ce l’abbiamo nel dna, in fondo siamo figli di una grande tradizione musicale come quella verdiana, che si è sviluppata ai nostri giorni con una grande produzione di musica leggera”.

“Musica leggera – ha aggiunto Gaetano Curreri, leader degli Stadio – che abbiamo contribuito a far diventare cultura, utilizzando testi di poeti (come Roberto Roversi) o con cantautori, scrittori e poeti del calibro di Guccini”.

Il Dvd contiene otto videoclip, girati interamente sul territorio regionale, di famosi cantanti con natali in Emilia Romagna. I videoclip sono quelli di Samule Bersani (“Cado giù”), Luca Carboni (“Colori”), Cesare Cremonini (“PadreMadre”), Lucio Dalla (“Ciao”), Gianni Morandi (“Vita”), i Nomadi (“Io voglio vivere”), Vasco Rossi (“C’è chi dice no”) e gli Stadio (“Chiedi chi erano i Beatles”).